Vai al contenuto

Ricetta dei cantuccini toscani

Ingredienti
500 g di farina 0
4 uova,
un pizzicotto di sale + un uovo per lucidare i cantuccini
Zucchero 200g,
Burro 200g,
Mandorle con la buccia 200g,
I semini di una bacca di vaniglia,
mezza bustina di lievito per dolci,
mezzo cucchiaio di miele “facoltativo”

Preparazione
Mettete nella planetaria (o in una ciotola) tutti gli ingredienti (meno le mandorle).
Impastate a velocità minima, aggiungete metà mandorle tagliate, continuando ad impastare, per ultimo finite di mettere le altre mandorle rimaste, intere.
Quando tutto è ben amalgamato, fate dei filoncini che metterete nella teglia del forno (coperta di carta).
Sbattete un uovo con un poco di latte, con un pennello passate l’uovo sopra i filoni.
Infornate i filoni in forno già caldo a 200 gradi per circa 20 minuti e poi sfornate, lasciate intiepidire.
Riprendete i filoni, tagliateli in obliquo con il coltello e rimetteteli in forno a tostare per circa 10 minuti.
Potete presentare i cantuccini cosi al naturale, oppure spolverati di zucchero a velo.

Questa è una ricetta rivisitata da me.
La faceva la mia mamma ma era più povera di ingredienti.
Si viveva (e si vive) in campagna dove avevamo un cortile gande con tanti animali, con l’orto e piante da frutto, fra cui: una pianta di mandorlo abbastanza alta, quand’era il momento si raccoglievano le mandorle e poi con un sasso, o con il martello, si schiacciavano, e poi veniva fatta la torta di mandorle e anche questi cantuccini.
Ricordo che il burro veniva fatto con la panna del latte bollito e fatto freddare, sopra si formava uno strato di panna e noi con il cucchiaio si toglieva e si metteva in un altro contenitore, quando ne avevamo abbastanza, si montava questa panna con due forchette, fino a che non si cominciava a coagulare il latte, e sempre più usciva tutta il siero del latte e si formava una palla di burro, poi si metteva in una tazza grande con l’acqua fresca per mantenerlo qualche giorno.

Si può sostituire il burro con 150 g di olio di mais, o extra.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

ricopia il codice *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Share This