CAPPELLACCI CON FARINA DI FARRO E FARINA DI KAMUT CON BURRATA E VERDURINE

Ingredienti

Per il ripieno
Una burrata fatta scolare e tagliata a pezzetti
200 g di ricotta di pecora – Un cucchiaio di parmigiano – Qualche foglia di basilico a pezzetti – Sale e pepe q b.
Mescolare tutti gli ingredienti e mettere a riposare in frigo

Per fare la pasta
200 g di farina di kamut – 300 g di farina di farro – Un filo d’olio e un pizzicotto di sale, acqua 250 g circa

Preparazione
Mettere la farina sopra il tavolo da lavoro, fare un buco al centro, versare dentro le uova, un filo d’olio e il sale. Con la forchetta cominciate a sbattere le uova e ad incorporare un poco di farina, continuando ad impastare con le mani per 10 minuti fino ad avere una consistenza liscia. Mettete a riposare la pasta per 30 minuti coperta.

Preparate il sughetto

Mettete nella padella un filo d’olio, un pezzetto di cipolla tritata, fate rosolare per 2 minuti a fuoco moderato. Aggiungete mezza carota, uno zucchino, un pezzetto di sedano “ il tutto tagliato a piccoli dadini” aggiungete il tutto alla cipolla continuando a cuocere per 5 minuti, sfumiamo con un poco di vino.
Tritate grossolanamente le noci, i pinoli, e i pistacchi con un pezzo di pan carré, aggiungetelo al soffritto con un poco di brodo o latte, lasciando cuocere per altri 2 minuti, aggiustiamo di sale e pepe.
Prima di condire la pasta mettete un trito di prezzemolo, timo, limone grattato, ancora un minuto ed il sughetto è pronto.

Fare i cappellacci
Spianare la pasta, sopra mettete un cucchiaio di burrata distanziati uno dall’altro, sopra la burrata mettete una striscia di pasta a coprire, con le mani togliete l’aria dal cappellaccio e con un bicchiere più grande tagliate la pasta in eccesso con una forchetta ripassate i bordi dei cappellacci.
Cuocete i cappellacci in acqua salata e un filo d’olio, scolateli con la schiumarola per non romperli, conditeli con il sughetto caldo e una spolverata di parmigiano.


Questa voce è stata pubblicata in Piatto unico e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ricopia il codice *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.